Home » Blog » Tecnologia RFID nella Gestione delle Presenze

Tecnologia RFID nella Gestione delle Presenze

Tecnologia RFID: Radio Frequency Identification : a cosa serve?
Questa tecnologia viene utilizzata per l’identificazione automatica di persone, prodotti, oggetti, animali, ecc. a distanza variabile, con o senza gesti espliciti per farsi identificare. Ha la capacità di memorizzare informazioni all’interno di una etichetta elettronica (TAG) con innumerevoli potenziali utilizzi.
Comunemente quando si pensa alla tecnologia RFID, si pensa solamente al badge, (o al tag), ma questa tecnologia è un vero e proprio sistema di identificazione automatica. E’ composto da un apparato di lettura e/o scrittura, costituito da una elettronica di controllo ed una o piu’ antenne ricetrasmittenti, da vari tag RFID identificativi (etichetta, badge, transponder, etc) e da un sistema informatico per la gestione delle informazioni raccolte.
Nel caso particolare della rilevazione presenze si utilizza tipicamente un badge per persona.
All’interno del badge, laminato nel PVC, troviamo una antenna spiralata in rame ed un chip RFID, normalmente di tipo ‘passivo’, ossia senza batterie né altri elementi elettricamente attivi.

Il chip si ‘accende’ tramite l’antenna spiralata quando entra nel campo dell’antenna ricetrasmittente collegata all’elettronica, ed in quel momento inizia a trasmettere il proprio codice identificativo e ad eseguire eventuali ordini impartiti dall’antenna ricetrasmittente (lettura, trasferimento di dati, ecc.).

Perchè utilizzare questa tecnologia nel settore della rilevazione e gestione presenze?

Sebbene il costo del singolo badge di tipo Rfid sia tuttora maggiore rispetto al classico badge magnetico, una risposta la troviamo nei risparmi complessivi, e anche nella comodità d’uso per le persone. Infatti a differenza della vecchia tecnologia magnetica a strisciamento non vi è alcun contatto tra il lettore e il badge, e scompaiono varie problematiche legate all’usura dei componenti (badges da cambiare quando troppo consunti o testine di lettura deteriorate da sostituire periodicamente). Inoltre invece di estrarre il badge e strisciarlo in una feritoia con la tecnologia RFID é sufficiente un semplice accostamento al lettore, che puo’ essere fatto avvicinando borsetta, o portafoglio, o taschino dell’abito, quindi molto piu’ comodo e rapido, senza neppure estrarre il badge.

Altro vantaggio interessante è l’eliminazione dell’ultima, a nostro avviso, problematica legata al verso di strisciamento. L’ufficio personale non dovrà più correggere questo errore, perchè verrà eliminato a priori. Infatti, grazie alla memoria all’interno del nostro Rfid, potremo registrare sul badge la dichiarazione di entrata/uscita ed il terminale, grazie ad un apposito controllo, avviserà il dipendente se sta erroneamente dichiarando l’entrata/uscita sbagliata.
Ma l’aspetto forse più importante di tutti risiede nell’integrabilità con altri sistemi ad elevata sicurezza come il controllo degli accessi: grazie ad una crittografia proprietaria brevettata possiamo raggiungere un elevatissimo livello di sicurezza compatibile con gli standard qualitativi top di gamma (non raggiungibili con la tecnologia magnetica, facilmente soggetta a clonazioni e contraffazioni).
Questi sono solo alcuni dei vantaggi conseguibili e, a seconda delle esigenze del cliente, possono esservene anche di ulteriori e maggiormente specifici. A fronte di requisiti variabili dettati dai clienti, la nostra azienda Artech, detenendo la completa proprietà intellettuale dei sistemi proposti (hardware, firmware e software), é in grado di offrire soluzioni verticali ‘su misura’ oltre a quelle ‘orizzontali’, di ampia diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *